Isolamento plastic-free

27/09/2019

“- Le plastiche sono polimeri, lunghe catene di molecole a base di carbonio. Possiamo immaginarle come lunghi treni formati da tanti vagoni – spiega Maurizio Masi, direttore del Dipartimento di chimica del Politecnico di Milano. – Le diverse proprietà delle plastiche dipendono dal numero, dal peso, dalla distribuzione e dal tipo di legami fra questi vagoni. –
La natura produce alcuni polimeri come il Dna, le proteine, la cellulosa e il caucciù. Ma le plastiche che conosciamo sono create dall’uomo. La loro diffusione è diventata planetaria per due fattori: la guerra e l’economia. -”

Tartamella Vito, Pericolo Plastica, Focus, n. 322, pubblicato a luglio 2019, pp. 78.

Non soffermiamoci troppo su questo “frammento” di articolo anche perché si andrebbero ad aprire troppe parentesi, ma rimanendo nel mondo dell’edilizia, focalizziamoci su una parola che molto spesso dimentichiamo: NATURA.
La natura ci offre materie prime preziosissime!!!! 
Con questo non si screditano le scoperte dell’uomo…ma parlando di isolanti termici perché utilizzare prodotti sintetici al posto di quelli naturali?
L’utilizzo della fibra di cellulosa naturale inizia circa nel 1830 nel Nord America e viene solo successivamente importato in Europa, negli ultimi anni la ricerca di materiali edilizi efficienti e naturali ha portato sulla fibra di cellulosa maggior attenzione e di conseguenza un utilizzo più ampio; questo perché il principio della fibra di cellulosa naturale è il riutilizzo di scarti di giornale con l’aggiunta del 3% di additivi naturali. Essi sono sali minerali naturali che rispettano le normative più recenti dell’Unione Europea e rendono il prodotto ignifugo, repellente contro roditori e insetti e non necessità più di controlli e manutenzione durante il passare degli anni.

Noi di Rete Cellulosa Brescia, nel nostro piccolo, vogliamo contribuire ed utilizzare prodotti rinnovabili, riciclabili, ecologici e riutilizzabili che hanno buone prestazioni termiche e acustiche.